Simone Salvini

salviniSimone Salvini è prima di tutto un grande uomo e poi un grande cuoco. È uno che lotta quotidianamente per i suoi principi: lavora incessantemente per trasmettere al mondo il suo pensiero e il suo modo più naturale, sensato ed ecologico di intendere la cucina. Anche l’alta cucina. Salvini ha il dono, raro, di sviluppare la propria spiritualità in maniera profonda e intensa. E tutto questo si percepisce nelle sue creazioni e nel suo impegno, costante e continuo. Si può non condividere, ma non si può non apprezzare il suo modo di porsi al mondo.

Fiorentino, vegetariano, classe 1969, studia Lettere e Filosofia all’Università degli studi di Firenze e consegue un dottorato in Psicologia a indirizzo storico con specializzazione Ayurvedica presso l’Università Florid College e NY College in Pisa. Le sue esperienze di cucina iniziano fin da piccolo in laboratori artigianali quali pastai, pastifici, pasticcerie. Nel 2000 si sposta in Irlanda a Dublino e Galway, lavorando per molte realtà vegetariane e dopo in India: Punjab e New Delhi, ad approfondire la cucina ayurvedica. Dal 2005 è capo chef della cucina del ristorante Joia di Pietro Leemann a Milano, luogo in cui elabora piatti vegetariani siglati da una stella Michelin.

Dal 2008 è docente in alcuni istituti alberghieri di Milano e collabora più volte alla formazione dei cuochi interni alla Camera dei Deputati a Roma. Dal 2009 è chef docente dell’Associazione Vegetariani Italiana, e dell’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi. Dal 2010 svolge corsi di cucina naturale vegetariana per la Scuola di Cucina di Alma. Dal 2011 è executive chef diOrganic Academy, Accademia di alta cucina naturale e vegetariana, realtà attraverso la quale, insieme a Enrico Buselli, svolge corsi di cucina e servizi di formazione per gruppi alberghieri, ristoranti e chef professionisti. Elabora proposte, metodologie e soluzioni di alta cucina vegetariana esclusive e personalizzate per ogni singola realtà, credendoci fermamente.

Nel 2014, ha varato il progetto Lord Bio, insegna biologica, vegana e vegetariana aperta nel cuore di Macerata con Federica Scolta, «La mia allieva di maggior successo, testarda come molti abruzzesi». E ogni mercoledì concepisce alla mensa dell’Antoniano di Bologna, un menu vegetariano per gli indigenti.